Home » Articoli

Articoli

Campionato Regionale Cadetti/Junior 2021

Campionato Regionale Cadetti/Junior 2021 - Comitato Regionale Lombardia
Red and spicy 🌶
Come un peperoncino dal gusto intenso e deciso e nel bel mezzo della zona rossa.
È così che si è svolta la seconda fase dei campionati regionali che ha visto questa volta competere quasi 200 atleti tra cadetti, juniores e cinture gav nelle discipline di Kickboxing, Muay Thai e Savate, oltre ad un galà di contatto pieno in quel di Cremona.
Con un ring ed un tatami calcati costantemente da atleti di ogni età @dynamiteteamcremona sotto la guida del M. @g_delgaudio ha condotto egregiamente una giornata esemplare in uno dei momenti più critici del nostro ritorno alle competizioni tra tamponi, tempi rispettati e aree di gara ampie e pulite, ma si sa, chi osa vince. Ed a vincere domenica è stato lo sport, l’ottimismo negli occhi dei tecnici, degli arbitri e dei bambini, improvvisati ma precisissimi speaker dei match.
Il messaggio è chiaro, la voglia di tornare alla normalità è alta e nonostante le difficoltà ci stiamo riuscendo. Tutti insieme!
24/03/2021 20:02 commenti (0)

ELEZIONI CONI

ELEZIONI CONI - Comitato Regionale Lombardia

Amici,

 

a seguito delle elezioni territoriali del CONI tenutesi Sabato 13 Marzo presso il Pirellone di Milano, con piacere vi informo dell'elezione del nuovo Presidente Regionale Marco Riva.

Un commosso Oreste Perri lascia quindi il testimone ad una nuova, giovane, generazione con parole di speranza ed augurio verso il futuro, certo di lasciare nelle mani della nuova dirigenza, dell'amico nonché "Figliol prodigo" Antonio Rossi ed al Neo Presidente, un fardello pesante, difficile quanto ambizioso in vista dei Giochi Olimpici invernali di Cortina 2026.

Marco oltre ad essere un tesserato FederKombat è anche amico di vecchia data della nostra Federazione, presente a più riprese ai nostri eventi istituzionali tra cui l'elezione del nuovo Consiglio Regionale FK in cui un cristallino Marco Bertoletti lo anticipava già come possibile nuovo Presidente regionale CONI, dando segno della sua consueta capacità di vedere lontano ed anticipare gli eventi.

Nel suo discorso Riva ha elencato i punti cardine del suo programma, volti a dare nuova energia ad un movimento sportivo in difficoltà, con attenzione alle strutture sportive, ai giovani e non per ultima l'organizzazione che ruoterà attorno alle Olimpiadi invernali ospitate dalla nostra regione.

 

COMPLIMENTI MARCO, FEDERKOMBAT TI AUGURA BUON LAVORO!!

17/03/2021 20:45 commenti (0)

Campionato Regionale Ring 2020

Campionato Regionale Ring 2020 - Comitato Regionale Lombardia
Audentes Fortuna iuvat.
 
Già, perché dopo 11 mesi di fermo obbligato é stata necessaria parecchia audacia per organizzare un campionato così, proprio ora, con tutte le difficoltà del caso. Ma come nell'esametro Virgiliano, la stella della buona sorte ha brillato su quel magnifico telo arrecante un'ultima volta quel globo blu, e di fortuna non poteva essercene di più a premiare quella sete di normalità, come un'oasi nel deserto.
Molte le novità introdotte, il gruppo di comunicazione, il briefing pre-gara in videoconferenza con Minuta e FAQ, gli slot di accesso gara, il videotutorial alla logistica di gara, i tamponi drive in, i pass di accredito con tutte le informazioni, le stazioni di riscaldamento, la prechiamata, la diretta streaming, un ordine gara ben studiato.
Ognuna di queste novità é stata pensata, immaginata, suddivisa, analizzata sui possibili rischi, adeguata per minimizzare ogni problematica. Ed ha funzionato tutto come su un razzo spaziale che raggiunge LEO e spegne i motori.
Dimostrazione che il lavoro, i dettagli e la volontà sono solo un'ingrediente necessario alle mani sapienti messe da chi di quell'impasto si nutre, di quella passione ci vive! 38 match, un'enormità dettata dalla voglia incontenibile di tornare a combattere e dar spettacolo, non per il pubblico non ammesso, ma per sé stessi.
Già, perché lo sport é salute. Su 86 tamponi eseguiti, 100% di negativi a dimostrazione dell'attenzione con cui i nostri ragazzi si allenano e vivono la loro quotidianità nel rispetto delle regole. 100% di negativi anche all'esame antidoping giunto a sorpresa nella mattinata. Perché lo sport é sano!
E quindi grazie, grazie a tutti voi che c'eravate, a voi che avete osato e che avete partecipato, a chi ha vinto e ha chi perso con onore, grazie! Un Grazie ai miei consiglieri, Cristina Cricchia Caruso Turchetti Giovanni Elio Pinto Poty Marco che mi hanno supportato, e sopportato nelle mie pignolerie, non avrei potuto avere un team migliore. Un grazie al sindaco di Rogno Cristian Molinari che ci ha permesso, in tempo minimo, il cambio di location ospitando l'evento. Un grazie ENORME a Marco Filippi e a tutto il suo staff ed in particolare alla Mina, siete stati fondamentali per il supporto operativo. A Stefano Pirovano, a Sergio Pinto attento ed instancabile così come il gruppo arbitrale capitanato da Stefano Valenti il nostro fantastico medico Agostino Rossoni onnipresente ed un grazie al mio amico Nicola Bianchi che sta raccogliendo con entusiasmo un'eredità impegnativa, ed a Marco Bertoletti sempre presente per un consiglio sincero e saggio, se siamo dove siamo ora molto lo si deve a lui.
È stato bellissimo tornare a tutto questo
Ora ci si prepara alla prossima avventura
 
Paolo Leoni
24/12/2020 07:41 commenti (0)

Intervista a Joseph Lasiri

Amici Fighters,
Abbiamo avuto l'onore e il piacere di poter fare alcune domande  a JOSEPH LASIRI che, poco dopo aver cambiato colori societari, non si é dato per vinto ed è fresco reduce da una superlativa vittoria a Singapore nel torneo che incarna il sogno di molti fighters e coach: ONECHAMPIONSHIP.
Prima di approdare in questo grande evento però ha collezionato un'importante serie di vittorie e successi in diverse sigle (titoli a seguire) che sicuramente hanno contribuito a creare la strada della sua vita/carriera.
Queste sono le domande che abbiamo voluto fare per voi:

1. A che età hai iniziato a praticare la Muay Thai (MT) e a che età sei diventato pro

Ho iniziato la Muay Thai all'età di 17 anni. Ho fatto il mio primo match in classe A a 20 anni.

*2. Cosa ha fatto per te la MT e cosa fai tu per la MT *

Quello che sono lo devo alla Muay Thai. E’ uno sport che mi ha dato molto; mi ha insegnato che nella vita si possono ottenere i risultati e raggiungere gli obiettivi che si desiderano soltanto attraverso la dedizione, la fatica e il lavoro. Attraverso la Muay Thai ho imparato che l’obiettivo che una persona si pone può sembrare facile o difficile a seconda delle caratteristiche e delle attitudini della persona stessa ma anche che di fronte ad un traguardo apparentemente difficile per le proprie qualità non ci si deve mai arrendere. Ad esempio, molte volte mi ponevo obiettivi che consideravo oltre le mie potenzialità per svariati motivi e solo dopo averci dedicato tempo e sacrificio riuscivo a raggiungerli; realizzando così che tutto è possibile basta affrontarlo con dedizione e spirito di sacrificio. Da queste esperienze ho dedotto la mia regola d’oro: ogniqualvolta incontro un ostacolo o una difficoltà non mollo, al contrario mi ci dedico con più passione. E questa regola per me vale non solo nella Muay Thai ma anche nel lavoro, con le persone … insomma nella vita. Mi è capitato molte volte invece di dover affrontare limiti che esistevano solo nella mia testa e questi sono i più difficili da abbattere, ma anche in questo caso l’importante è non arrendersi, MAI.

3. Cosa rappresenta OneChampionship per te

OneChampionship per me ha rappresentato una grande svolta nella mia vita perché è arrivata in un momento in cui stavo per perdere tutto. Avevo iniziato a pormi mille dubbi su come mi stava ripagando la Muay Thai dopo tutti gli anni che le avevo dedicato. Di punto in bianco mi è arrivato un messaggio via Facebook e mi si è presentata la possibilità di partecipare al circuito di One con i migliori e nonostante sentissi di non essere pronto non potevo rinunciare.  A quel punto però sapevo che la mia dedizione allo sport pur essendo infinita non era sufficiente. Ho quindi capito che dovevo fermarmi e fare delle scelte; ho quindi deciso di lasciare tutto quello che mi rubava tempo e che non era la palestra (lavoro, serate con gli amici, etc.) e dedicarmi esclusivamente al mio sport per poter riuscire a costruire qualcosa di mio e per permettermi di stare in mezzo ai migliori a testa alta.

4. Quanto è stato facile preparare questo match

Allenarsi in questa particolare situazione di pandemia non è stato per nulla facile. L'ultima preparazione è stata diversa in confronto alle altre preparazioni. E’ stata precisa e mirata e basata sulla tattica preparata con Angelo Valente . Mi alleno sempre più del dovuto raggiungendo uno stato di stress che è tutt’altro che positivo; questa volta Angelo mi ha consigliato di evitare troppo stress fisico e di tenere alto il morale per essere carico prima dell'incontro. Questo match mi è stato proposto con poco preavviso ovvero 1 settimana e mezza in palestra a Milano e un altra settimana a Singapore in quarantena in hotel . Questa esperienza  mi è servita a capire una cosa fondamentale che è quella di credere in se stessi e che nn solo la fatica incondizionata di un lavoro fisico è la chiave di un match ma anche tenere su il morale ed essere freschi, sia mentalmente che fisicamente, aiutano al fine di raggiungere una grande performance.

5. La cosa più divertente-antipatica

La più divertente è la sensazione che provi quando finisci il match; realizzi che tutta la sofferenza degli allenamenti è servita per soli 9 minuti di match.
La più antipatica invece sono i mostri che mi si presentano davanti la settimana prima del match.

6. La cosa più bella-brutta

La cosa più bella è senza dubbio la vittoria.
La cosa più brutta è quella di non riuscire ad esprimere chi sei sul ring indipendentemente che il match sia concluso con una vittoria o una sconfitta.

7. Cosa è successo nel cambiare società

Ero convinto di continuare per sempre nella scuola dove avevo iniziato, immaginavo anche  che un giorno sarei rimasto lì ad insegnare e lavorare anche dopo aver smesso di combattere ed era emozionante solo pensarlo. Ad oggi mi manca l’ambiente in cui sono cresciuto e i compagni di allenamento ma come accade spesso nella vita ci si trova di fronte a delle scelte che devi inevitabilmente prendere e purtroppo per motivi personali che avevo in quell'ambiente sono stato costretto a prendere un'altra strada. Come ogni cosa nella vita un cambiamento può portare sia dei “pro” che dei “contro”.

Ringrazio infinitamente JOSEPH per averci concesso questo confronto e per aver contribuito a spiegare che "I SOGNI SON SACRIFICI" che a volte nascono come desideri ma si raggiungono solo con la totale dedizione. Chi ha orecchie per sentire...

Questo il suo palmares di traguardi raggiunti:
-IFMA EUROPEAN CHAMPIONSHIP  2011 bronze medal
-WFC European champion
2012 57KG
-WFC 2013 European 2013 57KG
-WMF EUROPEAN CHAMPIONSHIP amateur gold medal 2013 51kg
-WMF PRO-AM 2013 world Champion 51KG
‐WMO ×4 PRO-AM (2014/15/16/17 ) 54KG
-WBC WORLD CHAMPION 2017 53.5KG
- ONE CHAMPIONSHIP contender
Record 43fight 11 lost

11/12/2020 12:20 commenti (1)

Assemblea Nazionale Elettiva 2021/24

Assemblea Nazionale Elettiva 2021/24 - Comitato Regionale Lombardia

Poker d’Assi? No, Scala Reale!
Fosse stata una partita a carte, sarebbe stata questa l’ultima parola della Lombardia all’assemblea straordinaria e ordinaria Elettiva svolta ieri 21 Novembre in quel di Riccione.
Una Playhall vestita a festa e nel pieno rispetto delle norme anti-covid ha accolto i Presidenti, i rappresentanti dei tecnici e degli atleti di tutta Italia, riuniti per l’elezione del Presidente Federale, di 10 membri del Consiglio e del Presidente del collegio dei revisori dei conti.
Dopo una prima fase di preparazione la Commissione verifica poteri in cui è presente anche il neo-presidente Regionale Paolo Leoni apre la sessione di accredito che si svolge in maniera ordinata su 5 postazioni di controllo, merito anche dei nuovi sistemi informatici utilizzati che prevedevano la personalizzazione di una scheda elettronica per l’attribuzione del potere di voto.
Superata la prima convocazione delle ore 10:00 per non aver raggiunto il quorum delle società, le verifiche sono continuate fino alla seconda convocazione delle ore 11:00, orario in cui a quorum raggiunto è stata aperta ufficialmente l’Assemblea straordinaria in cui il segretario generale Dott. Stefano Rigamonti ha elencato le modifiche Statuarie, che insieme al nuovo logo ed alla rinomina della FiKBMS con il più accattivante “FederKombat” suggeriscono che questo quadriennio vedrà il raggiungimento di traguardi ambiziosi.
Le urne sono quindi state aperte per le votazioni per poi ricomporre i presenti per gli scrutini finali.
Presidente Federale con il 90% dei voti si riconferma per il terzo mandato consecutivo Donato Milano, riconfermato anche il Dott. Nicola Corsini come Presidente del collegio di revisione dei Conti ed il Dott. Stefano Rigamonti come Segretario Generale.
Cambiata schermata sul maxischermo, e tra gli applausi il grafico mostra in prima posizione Marco Bertoletti con 1679 voti pari al 17,55% delle preferenze.
Insieme a lui eletti altri 3 lombardi: Davide Carlot in rappresentanza della Muai thay, Roberto Ferraris in rappresentanza del Sambo e la riconferma di Barbara Plazzoli, prima in quota atleti.
Avere su 10 membri totali del consiglio federale, 4 Lombardi rappresentanti 3 diverse discipline è già di per se un fantastico Poker ma un’altra piacevole sorpresa arriva nel tardo pomeriggio quando dopo la prima riunione viene nominato Vice Presidente Marco Bertoletti che raggiunge quindi un importantissimo traguardo nella sua già ricca carriera Federale e mette l’asso in questa Scala Reale tutta Lombarda.
Un quadriennio importante come già anticipato, ma con l’esperienza e la passione dei nostri nuovi dirigenti tutto è possibile!
Forza Bertoletti, forza Lombardia, forza FIKBMS, anzi, Federkombat!
24/11/2020 18:20 commenti (1)

ELETTO IL NUOVO CONSIGLIO REGIONALE PER IL PROSSIMO QUADRIENNIO

ELETTO IL NUOVO CONSIGLIO REGIONALE PER IL PROSSIMO QUADRIENNIO - Comitato Regionale Lombardia
Nella bella cornice del Devero Hotel di Cavenago (MB), supportati da tutte le misure anti covid previste, si è svolta l' Assemblea Elettiva Regionale per il rinnovo del Comitato Regionale. Era un appuntamento importante che segnava un autentico rinnovamento dopo 16 anni di presidenza di Marco Bertoletti. Allo spoglio finale sono risultati eletti: Paolo Leoni, Presidente. Cristina Caruso Vice presidente. Marco Bolis, Elio Pinto e Giovanni Turchetti, pur assente per malattia, consiglieri. I nostri complimenti anche a Valerio Domi e Alessandro Candian, degni e tenaci avversari con tanti voti a loro favore. Al nuovo comitato i migliori auguri di buon lavoro nell' interesse di tesserati e Società lombarde.
26/11/2020 17:50 commenti (0)

IL CORAGGIO DI PROVARCI

IL CORAGGIO DI PROVARCI - Comitato Regionale Lombardia

Ci abbiamo creduto fin dall' inizio a questa prima Convention Regionale, tanto da trovarle un nome "Lombardia Experience" perché di questo si doveva trattare, un' esperienza dalla quale portarsi a casa qualcosa di utile.

Certo ci voleva una buona dose di coraggio nel proporre un programma tanto intenso, in 2 giorni 7 stages tematici, 2 seminari per crediti formativi, un corso per dirigenti di Società, le qualificazioni regionali al Trofeo Coni, esami per passaggio di grado, esami di qualifica, incontri e dibattiti.

Ebbene è stato un piacere vedere i partecipanti passare da un tatami all' altro, da una sala all' altra, dal palasport all' hotel e viceversa senza soluzione di continuità e c' è stato pure lo spazio per il gioco.

Al primo tentativo non potevamo pretendere partecipazioni massicce ma siamo soddisfatti del numero dei presenti, mai un momento vuoto, mai un evento poco partecipato e soprattutto ciò che più conta il gradimento che ci pare avere intuito fra gli ospiti.

Non ci resta che sederci e pensare a come migliorare ulteriormente questa formula, renderla ancora più attraente e fruibile e perché no, coinvolgere tutte le discipline federali. Sarà la seconda parte della scommessa, tutta F.I.KBMS regionale riunita in un grande meeting.

Al prossimo anno!!

05/06/2018 19:28 commenti (14)

Cristina Caruso che decise di non prenderle più

Cristina Caruso che decise di non prenderle più - Comitato Regionale Lombardia
24/07/2017 12:47 commenti (1)

Bestfighter WAKO Kick boxing World Cup – TEAM LOMBARDIA RING JUNIORES

Bestfighter WAKO Kick boxing World Cup – TEAM LOMBARDIA RING JUNIORES

Trascorsi dieci giorni dallo svolgimento dello storico torneo Bestfighter nella imponente cornice del 105 Stadium di Rimini è tempo di valutazioni e riflessioni per il Team Lombardia juniores per le specialità a contatto pieno.

Partiamo dalle settimane precedenti alla gara, siamo costretti a rinunciare ad alcuni degli atleti più competitivi della squadra per vari motivi, sappiamo che sicuramente questo influirà sui risultati finali della competizione ma non perdiamo di vista il nostro obbiettivo: formare atleti da ring competitivi mediante l’attività istituzionale e le esperienze in campo internazionale con la collaborazione tra D.T. di società e Team Lombardia.

Alla luce di quanto sopra decidiamo di schierare una seconda squadra, infatti escluso Christian Pedretti tutti gli altri atleti sono al loro esordio internazionale.

L’impatto nel torneo è subito forte e ci troviamo opposti immediatamente alla vera e propria armata russa che decide di fare di questa gara un banco di prova tra prima e seconda squadra nazionale, ci vuole poco ad immaginare il livello tecnico ed atletico della competizione quando si hanno in categoria atleti di questo calibro.

Personalmente non nascondo che alla vigliala della competizione ero preoccupato, mi chiedevo: sarà corretta la nostra scelta? Rinunciare e non partecipare a causa delle assenze o rischiare e cercare di competere con la seconda squadra volendo fare crescere nuovi elementi da inserire in prima e preparare il prossimo cambio generazionale?

Inizia la competizione ed il primo in gara è Christian Pedretti, l’unico ad avere già un minimo di esperienza all’estero.

Pedretti è opposto ad un longilineo russo, vince le prime due riprese con precisi low kick, la terza ripresa però ha un forte calo atletico e arriviamo all’ultimo secondo in parità, il russo esperto mette il punto decisivo e perdiamo.

Un appunto, sempre più spesso ci troviamo con i nostri atleti ad essere competitivi tecnicamente e strategicamente ma poi perdiamo per un punto all’ultimo secondo per il solito calo atletico finale, questo problema è risolvibile solo con una giusta preparazione atletica mirata ai ritmi e ai tempi del TORNEO internazionale.

Secondo in gara Alessandro Franzoni, per lui un ottimo atleta francese con cui Alessandro paga l’inesperienza ma svolge nel suo complesso un buon incontro.

Anche con Franzoni ho rilevato troppa tensione concentrata sull’atletismo e non sull’incontro in generale, tutto risolvibile con il lavoro e l’attività che potrebbero eliminare questa insicurezza.

Terzo atleta sul ring Nicola Minini, opposto ad un vero e proprio pugile russo cerca di tenergli testa con orgoglio fino alla fine, ma a oggi il divario di esperienza è troppo, nulla da fare ma terminiamo l’incontro con la consapevolezza di poter ambire ad alti livelli, il lavoro da fare è molto ma sicuramente Nicola ha tutte le carte in regola e la volontà per arrivare in alto.

Ultimo a gareggiare è Gustavo Mazzola che si trova ad incrociare i guanti con l’atleta nazionale ucraino, parte bene e siamo in vantaggio ma poi l’esperienza dello straniero esce tutta e con una furba ginocchiata lo costringe alla resa.

Questo incontro è stato la dimostrazione che in questi tornei di alto livello nessuno regala nulla, anzi al contrario la motivazione degli atleti è altissima e la voglia di vincere altrettanto, un piccolo errore o sbavatura di qualsiasi tipo possono costare molto caro.

In definitiva non conquistiamo vittorie ma acquistiamo consapevolezza sulla validità del lavoro che stiamo svolgendo, in due settimane è nata una seconda squadra sintomo che il movimento giovanile del ring in Lombardia sta crescendo nei numeri e non solo.

Da quello che gli esordienti hanno messo in mostra sarà fondamentale dare il massimo nella nuova stagione per i titolari della prima squadra per potersi riconfermare.

Da sottolineare anche le superlative prestazioni di molti altri juniores italiani in gara sul ring di Rimini tra cui le medaglie d’oro Francesco Tursi, Antonio Gravela e Debora Fiorino..complimenti!

Ora piccola pausa poi in preparazione per i prossimi Campionati d’ Europa WAKO di Skopje.

Elio Pinto

29/06/2017 21:42 commenti (0)

Mara parte a caccia di Sogni!

Mara parte a caccia di Sogni! - Comitato Regionale Lombardia

Mara parte a caccia di Sogni!

di Cristina Caruso

 

Gente c'è da dirlo: la Fikbms colleziona gemme rare nella vetrina di atleti che la rappresentano nelle sue molte discipline e per quel che riguarda le MMA, Mara Borella è una delle gemme più brillanti.

Classe 1986, nasce judoka e porta a casa discreti risultati, però negli ultimi 4 anni si appassiona all'MMA e decide di specializzarsi. Partiamo dal presupposto che per lei MMA non rappresenta solo l'acronimo di un regolamento, bensì è la ricerca del significato più vero di Arti Marziali Miste.

Studia tutto il combattimento con la stessa mente e dedizione di un Samurai, il suo nome difatti è KUNOICHICI nel caso non lo sapeste!

Macina km col sorriso stampato, gli occhi che le brillano e l'umiltà sfrenata di un allievo al suo primo giorno in palestra. Mercoledì Milano: striking coi fratelli della Ludus Magnum, Martedì e giovedì: BJJ con gli amici del Bear's dojo, tutti gli altri giorni col team Kick Boxing Jiu Jitsu School a far quadrare il tutto.

Mara ora sta rischiando grande, sta rischiando tutto per raggiungere il Sogno più ambito per una fighter come lei... signore e signori parliamo di UFC!

Ha inanellato un record di 5 vittorie consecutive e ciò la porta ad essere un'atleta decisamente interessante per quella sigla che ormai è sinonimo diretto dell'MMA.

Vittorie cercate, studiate, volute ma soprattutto COMBATTUTE! Anche quando i match dovevano essere solo delle conferme si è trovata a combattere contro l'interpretazione ambigua di questo regolamento... ma a Mara frega niente e vince tutto!! Anche i ricorsi! (vedi Borella vs Ovchynnikova)

Troppo spesso si dice che per le donne è più facile diventare campionesse perchè siamo poche, perchè meno forti, alcuni dicono anche meno tecniche... tsè! Gira la medaglia e capirai che sono solo frustrazioni maschili! Proprio perchè siamo poche è difficile trovare match di livello, che per allenarci bene

siamo disposte a ogni compromesso di peso ed esperienza, che a differenza di un uomo abbiamo delle emotività imperanti che ci portano a fare scelte ben decise per ciò che riguarda la vita. Ci troviamo spesso a sacrificare il nostro essere Donne per inseguire quel Sogno in cui crediamo solo noi.

Tanti sono gli atleti che si impegnano, che lavorano sodo, sacrificano tempo, denaro, salute fisica e mentale...ma il vero "Atto di Fede" sono davvero pochi a riuscire a praticarlo.

Ecco perchè Kunoichici è una vera gemma, perchè va alla ricerca del Buon Combattimento ogni singolo giorno della sua vita ed ora non aspetta più nessuno, parte e va nel Nuovo Mondo ad allenarsi all'American Top Team, la tana dei migliori. Miami è la mèta, molti gli atleti UFC con cui confrontarsi per riuscire ad emergere...comunque sia un altro pezzo di sogno è stato conquistato.

Ragazzi non ce n'è! Quando una persona CREDE disperatamente in qualcosa semplicemente va e se lo prende...basta tener a mente che i Sogni nel cassetto fanno la muffa!

Questo perciò vuole essere un saluto intimo e un augurio importante da parte della sottoscritta, anche se penso di poter parlare per tutte le persone che hanno avuto l'onore di conoscerti...Noi sogniamo insieme a te, tu fai diventare il Sogno Reale!

BUON VIAGGIO E BUON COMBATTIMENTO!

 

Cristina Caruso

13/04/2017 08:50 commenti (0)

Karlovac Open-Croazia Febbraio 2017

Karlovac Open-Croazia Febbraio 2017 - Comitato Regionale Lombardia
27/02/2017 13:12 commenti (0)

LOMBARDIA vs OLANDA

02/12/2016 14:58 commenti (0)

COLLEGIALE TEAM LOMBARDIA SPORT DA RING 02 OTTOBRE 2016

COLLEGIALE TEAM LOMBARDIA SPORT DA RING 02 OTTOBRE 2016 - Comitato Regionale Lombardia

Si è svolto lo scorso 02 Ottobre 2016 presso il Centro Sportivo Universitario di Dalmine (Bg) il collegiale di selezione del Team Lombardia.

La giornata promossa dal CR Lombardo in collaborazione con i vari referenti regionali di settore vedeva impegnati circa 95 giovani atleti in tutte le specialità, sia da tatami che da ring.

Quest’attività ha lo scopo di formare un team regionale che permetterà ai ragazzi di partecipare a vari tornei internazionali WAKO completamente spesati dal comitato regionale con la finalità di acquisire esperienza in vista dei prossimi Campionati d’Europa WAKO.

Durante la presentazione della giornata e del Team Lombardia avvenuta a cura del Presidente regionale Marco Bertoletti sono stati menzionati i vari medagliati ai recenti Campionati del Mondo WAKO di Dublino ed a giudicare dalla lunga lista la validità del progetto è indubbia!

Tra i nominati per le specialità da ring spiccano: LUCA PELIZZOLI (Kick Boxing Bergamo) MEDAGLIA DI BRONZO nella low kick e DANIEL RADUTU (Cskb Trescore) MEDAGLIA D’ORO nel K1.

Buona come sempre la risposta delle società lombarde per gli juniores del ring, infatti il raduno vedeva impegnati 15 giovani di ottime speranze.

Durante la fase di addestramento tecnico sono stati affrontati i seguenti temi: utilizzo degli assi di combattimento sia in fase offensiva che difensiva, differenza tra combattimento giudicato con score machine e combattimento giudicato mediante l’utilizzo di cartellini. A seguire un ottima fase di sparring vincolato e libero.

Personalmente vista la validità degli elementi, in particolare di 8 giovani, e il crescente livello tecnico di questo settore in sviluppo mi ritengo soddisfatto della giornata e entusiasta per l’attività regionale e nazionale che seguirà durante l’anno.

Facendomi portavoce anche del Collega Alessandro Topa in qualità di DT della nazionale juniores sport da ring siamo ad invitare i vari Comitati regionali ad intraprendere questa fruttuosa strada di formazione dei giovani atleti del contatto pieno ed a metterci a piena disposizione per qualsiasi necessità.

Elio Pinto

04/11/2016 14:27 commenti (0)

I GIOVANI LOMBARDI A MARSIGLIA

Marsiglia ha ospitato "Le Choc Des Etoiles" , galà Italia vs Francia, un torneo dedicato al settore giovanile specialità kick light.

A rappresentare l'Italia c'erano cinque atleti del Team Lombardia e uno del team "Pocobelli" accompagnati e guidati all' angolo dai tecnici Touissi Khalid e Giuseppe Del Gaudio.

Buona l'organizzazione di questa manifestazione sotto l'egida della federazione FFKMDA , che per l'occasione schierava i migliori atleti di Francia .

Tutti i match si sono svolti su ring 4x4, aumentando di conseguenza l'intensità dei combattimenti, che sono stati tutti di alto livello tecnico.

Partendo dai due italiani vincitori, eccellente prova per  Riccardo Soldi (Dynamite Team) che nella  cat. 57 kg ,che batteva di misura il vice Campione di Francia Napolitano Theo.

Ottima vittoria anche per Lorenzo Del Gaudio negli junior 63 kg  che batteva in un match molto teso il Campione di Francia Sammartino Lorenzo.

Non riescono a vincere ma si comportano egregiamente Toussi Adam (CSKB ), Minini Nicola (CSKB) e Gorgeac Drhagos (Team Pocobelli).

Da citare anche la piccola Gessica Filippi (CSKB) che a causa della differenza di peso con l'avversaria (10 kg in meno) è stata costretta a disputare un' amichevole.

Ringraziamo la Federazione Francese per la bella opportunità concessa, ulteriore momento di crescita per i nostri ragazzi.

26/05/2016 22:26 commenti (1)

CRISTINA CARUSO - CAMPIONE DEL MONDO KL -65 KG - BELGRADO (SERBIA)

CRISTINA CARUSO - CAMPIONE DEL MONDO KL -65 KG - BELGRADO (SERBIA) - Comitato Regionale Lombardia

Silvia Ludovica Scampini - Medaglia d'Argento -

27/11/2020 15:44 commenti (0)

La fase sul campo L’angolo di fase: valore bioelettrico per programmare e monito

29/05/2016 19:02 commenti (0)

1 - LA PRIMA VOLTA DEL TROFEO CONI

Casazza, piccolo centro delle Prealpi Orobiche...

25/11/2015 10:48 commenti (7) Continua a leggere

2 - GIOVANI ATLETI LOMBARDI CRESCONO!!!

Si è svolta in Croazia la seconda edizione del "Karlovac Open" Coppa Europa, partecipata da oltre 1400 atleti provenienti da 20 paesi nonostante la grande nevicata che ha procurato non pochi problemi anche alla nostra delegazione giovanile composta da 14 atleti e 3 tecnici ai quali si sono aggiunti atleti e tecnici di varie Società lombarde per un totale di circa 70 viaggiatori e con i gruppi di Agoge Cremona e P.T. Kickboxing Brescia costretti a dare forfait all' ultimo, tra i quali il referente regionale del light contact Gianluca Guzzon.Per il Comitato regionale Lombardia si trattava della prima uscita stagionale con il Team cadetti e juniores, trasferta che è parte di una più ampia politica di incremento  del settore giovanile, settore per noi assolutamente strategico e che intendiamo portare nel medio/lungo periodo ai livelli di tante discipline sportive che investendo sui giovani raccolgono nel tempo i frutti della loro lungimiranza.Le cronache riportano di un clima di grande amicizia, complicità e spirito di gruppo tra i nostri ragazzi e di una miriade di risultati che dimostrano come i giovani atleti lombardi siano in costante crescita sia nelle specialità da tatami che da ring e che i risultati dei recenti mondiali di Rimini non erano un fuoco di paglia ma la dimostrazione di quanto bene stanno lavorando tante nostre Società.Tutti i risultati sono elencati di seguito ma è doveroso segnalare tra gli altri la vittoria del Team juniores di point (Baffelli, Del Gaudio, De Vita, Guffanti, riserve Minoia, Mafezzoni) che in finale ha battuto il mitico Kiraly Team, la vittoria di Davide Guffanti nel torneo Grand Champion junior ed il premio quale migliori atleti nelle rispettive specialità per Veronica Fenaroli, Simone De Vita e Marco Filippi.Da non dimenticare infine il grande lavoro svolto dai nostri referenti con il coordinamento di Giuseppe Del Gaudio che si è sobbarcato tra l' altro tutta la parte organizzativa e la direzione tecnica di Andrea Ongaro e Omar Vergallo oltre alla collaborazione quale rappresentante del Comitato Regionale di Lionello Pedersoli. Eccellente gruppo!!!    

Medaglie d’oro: 
Del Gaudio Lorenzo Full Contact Junior 
Soldi Riccardo  Kick Light Cadetti 
Baffelli Giulia Light Contact senior 
Minoia Davide Light e kick light junior 
Fenaroli Veronica Light e Kick
light Cadetti (Premiata come migliore atleta di specialità) 
Guffanti Davide  Point Fight Junior e vincitore del Gran Champion Junior 
De Vita Simone  Point Fight Junior
(Premiato come migliore atleta di specialità)
Amboldi Gregorio  Point Fight Cadetti 
Filippi Marco  Kick Light Junior e Senior 
(Premiato come migliore atleta di specialità)

Squadra Point Fighting Junior 
Del Gaudio – De Vita - Guffanti  - Baffelli (riserve Maffezzoni – Minoia)

Medaglie d’argento:
Soldi Riccardo  Point e Light Cadetti
Baffelli Giulia Point Fight Junior – senior e Light Contact Junior 
Filippi Marta  Kick Light Junior 
Benedetti Michele  Point Fight Cadetti 
Maffezzoni Deborah Point Fight Junior 
Squadra Point Fighting cadetti
Soldi – Bellicoso – Amboldi
Zucchelli  (riserva Fenaroli)

Medaglie di bronzo: 
Del Gaudio Lorenzo Point Fight e Light Contact Junior 
Amboldi Gregorio  Gran Champion Cadetti 
Minoia Davide Point Fight Junior e senior

27/11/2020 15:49 commenti (3)

3 - 100 ANNI CONI, PREMIATI I CAMPIONI LOMBARDI

Il CONI Lombardia si stava preparando da tempo...

25/11/2015 10:41 commenti (10) Continua a leggere

4 - RESPINTO IL RICORSO DI GIORGIO LICO

4 - RESPINTO IL RICORSO DI GIORGIO LICO - Comitato Regionale Lombardia

Respinto in parte e in parte dichiarato inammissibile ricorso di Giorgio Lico contro FIKBMS per annullamento assemblea elettiva federale...

26/11/2015 11:18 commenti (4619) Continua a leggere